Pubblicato il

Senza titolo

No, oggi no.

Non ce la faccio a scendere a patti con questo cielo.

E, anche se so che quel livido infinito che pigia sui tetti non è a mio dispetto, non riesco a non prenderlo come qualcosa di personale.

Perchè oggi somma il suo peso consistente a quello della caldaia che funziona a tratti, a quello dell’assicuratore che cerca di fottermi con un sorriso, ai dolori incessanti, perpetui, di mia madre, alla vecchiaia stanca di mio padre.

Ed io non ce la faccio. Sono qui schiacciata, a cercare di sollevare appena un po’ il petto, giusto per respirare. Che il resto di me è immobilizzato dai quotidiani, piccoli, grandi mostri del caso e della colpa.

E mi resta sempre irrisolto l’enigma dell’inadeguatezza.

La mia o quella altrui?

Annunci

5 risposte a “Senza titolo

  1. Sono assai contenta di averti trovata.

  2. bakanek0

    Anche a me capita di prendere un cielo color piombo come un affronto personale. Un segnale, a ricordarmi la mia inadeguatezza…non sempre, però! Oggi c’è il sole: speriamo sia un segnale…piacere di leggerti 🙂

  3. poetella

    ecco.
    Ho letto tutto.
    Nun ho cliccato laicche che se no te intasavo la casella de posta.
    ma laicche tutto!
    Viva!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...