Pubblicato il

Uhm

No, non mi piace.

Mi guardo in giro con l’occhio clinico e continuo a vedere le gare a chi sta peggio.

Ognuno rilancia con un sacrificio in più sull’avversario che già di suo è malandato.

Non è così che funziona. Non è così che può funzionare.

A che serve?

Se la solidarietà ha un senso, come ne potrebbe avere la rabbia comune e condivisa, di sicuro a nulla serve appendere trofei di vittoria per le sciagure.

Così resta solo una sterile lotta tra piagnoni. E a vincere sono altri.

 

 

 

 

Annunci

17 risposte a “Uhm

  1. Emilia

    Hai presente la cosa del “mal comune mezzo gaudio”? Ecco, mai stronzata più grossa fu detta.

  2. bakanek0

    Per esperienza diretta di gara tra piagnoni, non puoi immaginare quanto io ti quoti!

  3. L.

    A Parigi non conoscono il significato di “chiagnere e fottere”, non capiscono l’animo italico 🙂

  4. cavallogolooso ⋅

    non so bene quale sia l’ambito al quale ti riferisci… io nel mio piccolo stavo piangendo da tempo quando ti ho incontrata… non faccio a gara con nessuno: spesso sto di merda, e lo dico, talis et qualis, per come mi sento. Se vuoi, ogni persona che si esprime, “fa a gara” … spero non ti riferissi a me: non faccio a gara con nessuno. Ogni tanto mi arriva qualcuno di quelli noperchélavitaèunvaloreseseitantotristealloraperchénontiammazzi ecc, questo mi capita. E la risposta è solo: perché il penthobarbital non è legalmente alla mia portata. Se qualcuno può aiutare senza finire nei casini, ben venga.

    Temo che questa ultima cosa vada rimossa però … :-S ad ogni modo spero di non essere la causa dei tuoi fastidi ; scrivere nel blog, per me, è un aiuto… e il “non tacere del fatto di stare di merda” per me è una reazione a quanto vedo accadere attorno a me nella vita reale: la gente si nasconde, si rintana, tace della propria sofferenza all’interno di quattro mura, spesso quattro mura di anziani che dovrebbero aver finito di penare e stentare, mentre invece si vedono ritornare in casa qualcosa che non è più un bambino ma che si è ridotto o ridotta (sono tante anche le donne) ad uno straccio e non sa più che cazzo fare. Ma se non li conosci ed ascolti solo i telegiornali senti parlare solo de “la disoccupazione giovanile”. Ma sbatteilcazzo di quella giovanile! QUanti di quei giovani stanno già risentendo di 40-50 enni ributtai nel maelstroom dello schifo? Spesso non si sa. Ti dico che io ho un fratello ed una sorella che sono finiti in tanta merda prima di me. E se non li conosci, non immagini che si sono rintanati in un buco nero nascosto dal mondo.

    Non saperlo non fa bene all’informazione generale. Forse non gli fa bene nemmeno sapere che si sta deprimendo tutto il paese… ma ignorarlo gli fa meglio? (e l’Italiano mi perdonerà) … Ecco perché ho deciso che il silenzio sulla disperazione non sarà mio. Tacere e nascondere: no. Certo, reagire sarebbe fico, sarebbe forte, spaccherebbe i culi, si, evviva. Quando sarà così: ben venga.

    Un saluto festoso evviva evviva 🙂

    • Mannò stella. Ti faccio un esempio. E’ come se dopo che tu nel blog hai parlato di qualcosa spiacevole per te, t’arriva pincopallino e ti scrive: “E allora che dovrei dire io che blablablabla” sminuendo il tuo dolore.
      Vorrei che qualcuno lo facesse con me di persona, oddio quanto lo vorrei…ma di persona nè.

      • cavallogolooso ⋅

        capito! 🙂
        mi può capitare… ma solo per chi ha bisogno di condividere ma non lo vuole fare perché “tu non puoi capire” … e se gli dai modo di capire che qualcosa lo puoi capire… magari ci si aiuta. Magari anche no … ma io che ne so? 🙂 Ci provo e a volte ci riesco… a volte un cazzo! 🙂
        bien.
        Buoni momenti notturni!

      • cavallogolooso ⋅

        🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...