Pubblicato il

Il bacio è una cosa seria.

Soprattutto per chi, come me, non ama molto baciare.

Che sia un bacio, uno soltanto. Ma come si deve.

Ci sono quelli che ti inglobano completamente la bocca e ti senti improvvisamente un formichiere.

Oppure quelli che, pur non inglobando, ti sbavicchiano tutto intorno le labbra che sembra ti abbiano spiaccicato un gelato premendotelo sulla bocca.

E quelli che, al contrario, hanno il bacio asciutto e non capisci cosa stai baciando. Un tappeto? Una pelle di daino?

Una sola volta mi è capitato un tizio che “sembrava” baciare. Perchè la lingua gli spariva ritratta in dentro e io non sapevo cosa fare. Come funziona così? Non funziona.

Poi ci sono quelli che un bacio lo fanno durare 10 minuti in maniera assolutamente identica, che ti viene male alla mandibola e nel frattempo pensi alla lista della spesa per il giorno dopo e, se continua, cominci a chiederti se non sia il caso di cambiare colore alle pareti, fino ad esaminare tutte le gamme cromatiche.

Qualcuno chiude gli occhi, altri li tengono aperti.

Alcuni rimangono assolutamente impalati con tutto il resto del corpo, mentre altri ti afferrano per i capelli, oppure ti stringono il viso con una sola mano.

Oppure diventano come Kali e c’è una moltiplicazione di mani che non capisci come facciano ad essere ovunque.

Qualche fantasioso si spinge a mordere un labbro o a succhiarlo. Spesso un po’ troppo delicatamente per i miei gusti.

Il mio bacio preferito è il “variegato”. Ma ho conosciuto una sola persona che sa baciare così e così a lungo.

E mi guarda fisso negli occhi. Mi sta ad un millimetro dalle labbra e se mi avvicino si allontana sorridendo per poi riavvicinarsi e darmi un morso per tornare vicino. E non ci casco, so che se cerco di baciarlo, si riallontana, allora rimango ferma e magari gli lecco un labbro e allora d’improvviso mi prende la bocca con la sua e per un attimo mi succhia la lingua per poi ritrarsi nuovamente o leccarmi la punta della lingua fuori dalle labbra o rimanere ancora ad un millimetro. E quando sorrido per quella specie di sfida mi coglie alla sprovvista e mi mangia il sorriso afferrandomi per i capelli dietro la nuca, costringendomi a chiudere gli occhi.

Ma forse questo non è un bacio.

E’ una danza rituale di accoppiamento tra scorpioni.

Annunci

15 risposte a “

  1. oh ma sei pazza a dire queste cose degli accoppiamenti a quest’ora :O pfff che poi mi viene fame e col pranzo non ci faccio niente sa’ U_U

    (fiiiico darsi i baci! come fa a non piacerti, mh?!… non i baci sbavoni, ma quelli che hai scritto alla fine!…ah, no, scusa. Abbiamo detto che quelli non sono propriamente baci.)

  2. cavallogolooso ⋅

    baci umidi, slurp, lec, gnam, scansione interna della bocca con scanner linguale, slurp, svolaz, girotond, si torna, si va … si sta … occhi chiusi, occhi aperti, si ride, si sta seri …

    però UMIDI

    S A L I V O S I

    ahahahahahahah 😀

    ciao 😀

  3. Kiu Kuras ⋅

    Il bacio è un bacio… e che cavolo… dovrebbero insegnarlo nelle scuole!

  4. gelsobianco ⋅

    “mi mangia il sorriso afferrandomi per i capelli dietro la nuca, costringendomi a chiudere gli occhi.”
    Ecco. Questo è baciare!:-)

  5. poetella

    Aho!
    ma che, gnentegnente, avessi baciato l’amore mio?
    beh…se pire che fosse…tutto ok!
    E’ troppo bravo pe’ tenemmelo solo io!
    Nun so egoista!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...