Pubblicato il

In me alberga potente la chimica danese.

Sono come Rocky: “Non fa male! Non fa male!”.

Prima fulminavo le lampadine e ora si illuminano quando le tocco.

Non ho nemmeno bisogno di una leva per sollevare il mondo. Mi basta soffiarci sopra per farlo volare come un palloncino.

Fra un po’ sparerò anche raggi laser dagli occhi. Sicuro.

Continuo a domandarmelo e a domandarlo. Perchè voglio averne l’assoluta certezza: sono autentica? Siamo sicuri che sono autentica? Sono io questa qui? O è la chimica danese?

Chiedo al mio migliore amico, che ieri sera mi guardava strano. No, dice che questa sono proprio io. E mi ricordo di tutte le definizioni e gli appellativi che mi ha attribuito negli anni. In effetti…

Chiedo al Pusillanime. Mi ricorda che la sua famiglia, in mia assenza, mi chiama affettuosamente “il Kaiser”. E’ sicuro che questa qui sono io.

Quindi sono proprio io.

Chissà se lancerò anche missili dalle tette come Venus di Mazinga.

Energia pura.

Annunci

6 risposte a “

  1. Etichette: mi appiccico che un po’ più di ricarica mi ci vuole: …dillo dillo: evvai: tuttavita: devo conoscere un danese

  2. bakanek0

    Mi spari pure i missili? Comincio a provare un po’ di soggezione…

    • No amor mio, no.
      Niuna soggezione. I missili sono per quelli brutti e cattivi che si avvicinano volendo toccare le tette. Quelli tocchi di fregno e buoni invece possono toccare a volontà.
      Te l’ho detto che t’avrei protetta!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...