Pubblicato il

Non posso vedere il vento. Ne conosco solo la volontà.

Soffio via il fumo contro uno schermo troppo bianco e leggo gli arabeschi impalpabili come linee sul palmo delle mani.

Mi scivola curva una goccia di  sorriso. Giù da una spalla.

Ho ascoltato con gli occhi e parlato con la voce della pelle.

Indosso un filo di romanticismo.

Vado a farmi una doccia.

Subito!

 

 

Annunci

6 risposte a “

  1. liù ⋅

    In questo periodo sono diventata sorella di sangue con il bagno 😉
    Non faccio altro che docce! 😀
    Un abbraccio Tilla♣
    liù

  2. gelsobianco ⋅

    Ti sei strigliata bene, Tilla?
    Sei sicura?
    Quella “goccia di sorriso” che scivola curva è pericolosissima e difficile da eliminare.
    Disinfettati anche con amuchina!
    Più volte!

    • Sì gelsa.
      E’ pericolosa davvero.
      Mi sono lavata, ma sento di non essermene ancora liberata.
      Così ho pensato che, forse, la soluzione opposta sia migliore.
      Domani sera mi sporcherò come il cristo che non c’è comanda.
      Tagliamo proprio la testa al toro.
      E amen.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...