Pubblicato il

E’ difficile oggi.

Nemmeno.

Questo è un oggi concentrato, sublimato, astratto.

Sono sempre stata una sperimentatrice. In tutta la mia vita non ho fatto altro che ricercare e sperimentare. Forse per quell’ansia di vivere che mi divora? O per l’assoluto bisogno di sapere e comprendere? E perchè so che ho poco tempo. Pochissimo.

Sento qualcosa di poco chiaro. Come se alcuni ingranaggi mi si inceppassero dentro e, ad una rapida occhiata, non fossi in grado di individuare cosa li stia frenando o addirittura bloccando.

Per me è intollerabile.

Così come è intollerabile percepirmi dei limiti.

Allora mi costringo a sperimentare.

Mi spingo a fare qualcosa che non mi è spontaneo o che addirittura non voglio. Qualcosa da cui dovrei, invece, fuggire.

E’ come farsi una violenza. Necessaria. Consentita dalla mia naturale inversione delle paure.

Dopo ho bisogno di razionalizzare.

Spingo tutto verso l’alto e lo fisso al centro della mente. Per osservarlo al microscopio ed inviduarne tutti tutti gli aspetti.

Credo siano gli unici momenti in cui sembro seria. Sembro. In realtà sono solo totalmente assorta. Per arrivare alla chiarezza.

Ed alla fine chiudo irrimediabilmente alcune porte. E ne spalanco altre.

Il non voglio e il voglio.

 

 

 

 

Annunci

23 risposte a “

  1. Emilia

    Sarò ripetitiva: potrei sottoscrivere ogni parola. Ogni.

  2. randagia1

    il problema è il microscopio, credimi
    allontanati e la visione apparirà più chiara
    il microscopio rende miope un astigmatico, ma non chiedermi perché

    • Ma ora è già chiaro. Una chiarezza mostruosa, che non mi piace. Ma almeno è chiaro. Ora devo solo capire meglio come risolvermi la cosa. E per quello sì che è meglio allontanarsi. La visione d’insieme funziona meglio del dettaglio.

  3. randagia1

    sempre meglio la chiarezza, giusto

  4. “Spingo tutto verso l’alto e lo fisso al centro della mente. Per osservarlo al microscopio ed inviduarne tutti tutti gli aspetti.

    Credo siano gli unici momenti in cui sembro seria. Sembro.”

    Tillina, pure io spingo sempre tutto verso l’alto…. Un giorno di questi mi ritroverò un bozzo al centro della testa e un buco nello stomaco. Questo temo.

    • keewetta, mi piacerebbe poterti dire qualcosa di sensato, ma mi sa che fra un po’ comincerò a parlare come l’Oracolo di Matrix, che non dice un cazzo in pratica o come il Nano di Twin Peaks con la “garmonbozia”.
      A intuito direi che dopo la spinta verso l’alto e la chiarezza, tutto dovrebbe essere nuovamente spinto verso il basso.
      Perchè ciò che è in alto è come ciò che è in basso e ciò che è in basso è come ciò che è in alto.
      Chiaro no?

    • Ma poi keewè, non stai per partire?
      E io pure sto per partire.
      E la partenza per me ha effetto sticazzi alla grande!

      • essì, ma sono una che ama la tempesta.
        e mica parto lasciando tutto in pace… NOOOHHH, devo incasinare le acque, sennò non sò contenta.
        Mannaia oh….

        E comunque ti ci vedo di bainco vestita a fare l’oracolo.

      • Ah ma pure io eh!
        Mando affanculo persone, così, giusto per; dico ad altri che li amo follemente; prendo un amico e lo trasformo in altro che invece proprio non doveva manco esistere.
        E penso: tanto poi parto, sticazzi e ciao a tutti.

      • eh, robe così, capito benissimo.
        -.-” mannaggilpandemonio.

      • essì, ma sono una che ama la tempesta.
        e mica parto lasciando tutto in pace… NOOOHHH, devo incasinare le acque, sennò non sò contenta.
        Mannaia oh….

        E comunque ti ci vedo di bianco vestita a fare l’oracolo.

  5. poetella

    anche perché qualcosa che sale non può che ritrovarsi poi a scendere.
    No?

  6. gelsobianco ⋅

    Sì, la visione d’insieme funziona meglio del dettaglio.
    La visione d’insieme necessita dell’allontanamento, necessario punto da cui guardare.

    “E la partenza per me ha effetto sticazzi alla grande!”
    Come è vero!

  7. bakanek0

    Aspetterò il tuo ritorno dietro una di quelle porte, mia adorata: non dimenticarmi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...