Pubblicato il

Non mi piacciono le persone eccessivamente trattenute.

O, per l’esattezza, le persone che sono solamente trattenute. Sempre contenute.

Mi urtano i nervi. Mi verrebbe voglia di scuoterle e urlare: “Eddai cazzo! Fatti uscire qualcosa, bella o brutta che sia, ma falla uscire!”.

Perchè poi viene il dubbio che, in realtà, non ci sia un cazzo da far uscire.

E mi ricorda un gioco che facevo quando cantavo.

Quando si emette un suono acuto sembra che lo stesso ti stia uscendo dal centro della testa, sopra e verso l’alto. Ma non come qualcosa che si irradi. E’ come un raggio laser precisissimo che ti buca il cranio al centro e si proietta in su.

E’ fichissimo.

E io, che ho sempre la mania di voler condividere tutte le sensazioni ed emozioni, tentavo di far percepire la stessa cosa ai miei amici.

Quindi poggiavo più attaccate possibile le mie labbra a quelle del malcapitato di turno dicendogli di tenere la bocca aperta. Poi lasciavo partire un acuto piano e spingendo di diaframma lo “crescevo” in un fortissimo, finchè il malcapitato si staccava da me di botto. E io ridevo.

La sensazione che tutti m’han riferito era quella di un profondo stordimento. Come qualcosa che “riempia” tutta la testa. Ma non è esattamente quella che intendevo io.

Ecco, io penso che a fare lo stesso gioco con chi si contiene tutto ci sia il rischio che a urlare un “Oooohhh!” lì dentro, ti possa ritornare un’eco.

E’ vero che io sono un po’ esagerata nella valutazione dei “contenimenti”.

Ad esempio non riesco ad ascoltare Mahler. Perchè, pur riconoscendone la bellezza, mi urta i nervi e mi frustra. Lo sento che cresce e penso: “Oh ecco finalmente esce”. E invece no. E’ un continuo coitus interruptus. Ricomincia e pensi: “Daje che mo je la fà”. E te se riammoscia. Eccheccazzo a Mà, e vieni ogni tanto no?

E infatti secondo me Alma la Troia Divina l’ha mollato per questo. Era frustrata poraccia e s’è gettata tra le braccia di Kokoschka, che invece non se tiene gnente gnente. Sta sempre a eiaculare sulle tele. Di continuo, con questi orgasmi poderosi e luuuunghi. Imbarazzanti pure. Che uno glielo dice: “A Kokò, eccheccazzo, un po’ di contegno, no?”. Ma quello di rimando ti fa un altro schizzo su tela.

Eh sì, io vorrei dirlo a chi se contiene se contiene, se trattiene sempre.

Di non essere un coitus interruptus che è davvero frustrante.

Preferisco decisamente che mi si eiaculi in faccia.

Annunci

29 risposte a “

  1. mi fa piacere che splenda il sole oggi dalle tue parti!!!!!

    …e poi le tue preferenze di conclusione non credo troverebbero molti dinieghi sai? … così a occhio e croce.

  2. Kiu Kuras ⋅

    Mai contenersi… che senso ha, per diana! L’unico senso potrebbe essere evitare di far danni. Anzi, no. Dipende dall’entità del danno.
    Qui solemarecibolibri.. e no che non mi tengo.
    Mai.

  3. poetella

    GUARDA…MANCO LEGGO I COMMENTI

    te adorooooooooo
    sempre de più!

  4. randagia1

    ahahahahahahahah bellissima 😀
    con risata eiaculativa

  5. marco

    Troppo forte l’esperimento che facevi : ))
    Il finale del post poi, è epico.
    Mahler è un po’ angosciante, non mi prende neanche a me; non so come mai, ma mi hai fatto venire voglia di ascoltarmi l’interludio di Berg, dopo che Wozzeck ha accoltellato la Maria, corro su youtube!

    • ASCOLTI ALBAN BERG?
      A Marco, tu sei una scoperta continua! Ma perchè stai a Genova? Sta mania di stare lontani! Ufff.
      Mahler è angosciante perchè ti senti il coito interrotto.
      Non è come Prokofiev o anche Sostakovic, che arrivano con degli orgasmoni che pensi de morì. Sò pure esagerati, come Kokoschka.
      Ma tu fa che trovi il mio Kokoschka o il mio Prokofiev, lo faccio schiattà!

      • marco

        Eheh in realtà in campo sinfonico sono parecchio ignorante, ho ascoltato giusto qualche lieder di Mahler e di Listzt… A me piace l’opera, quella la conosco di più, per questo mi veniva in mente l’opera di Berg! E in quanto a orgasmoni, certi pezzi di Wagner sono decisamente meglio di certi orgasmi : )

    • gelsobianco ⋅

      Marco, io non ti conosco, ma molta musica è decisamente meglio di qualche orgasmo!
      Dipende! 😉

      Grazie, Tilla!
      Ho parlato direttamente con uno dei tuoi ospiti!

      Buona notte a te, cara, e a te, Marco.
      gb

  6. gelsobianco ⋅

    A te, Tilla, piacciono le eiaculazioni forti, vere, “non edulcorate” che ti raggiungano.
    Anche a me!
    Non mi piacciono le persone sempre contenute.
    Detesto però anche quelle che si aprono con falsità.

  7. rodixidor

    bella scoperta il tuo blog.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...