Pubblicato il

Scivolami un altro bacio ancora, uno solo.

Che sappia dell’ultimo giorno lassù, sulla punta nera del cielo.

Sorridiamoci accanto, amore mio, con le ciglia lente e la curva umida.

Hai mescolato la mia pelle all’asfalto per tingerti le dita e disegnare un nuovo profilo da strappare.

Sei tu.

Mi chiudo nella vertigine dei sogni laceri succhiando un filo di paura sottile.

Un mantello di strade acuminate e ombre flessuose e luci degli occhi sottratti all’indegnità di gole schiacciate.

Per te.

Mi hai leccato la vita di dosso per soffiarmi via la polvere di una bugia consumata agli angoli delle labbra.

Guardami solo tu sotto il velo del buio dinanzi all’altare del mio corpo spoglio.

Solo tu puoi.

Ma dimmi che non hai paura. Dimmelo.

 

 

 

 

 

 

Annunci

8 risposte a “

  1. bakanek0

    Un lento rituale notturno, per liberarci del nostro essere frangibile.
    Per diventare eternità e purezza.
    Inesorabile attrazione e paura. Perché ho cura di te.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...