Pubblicato il

Si avvisano i Gentili Utenti che da oggi il servizio di ascolto e sostegno psicologico nonchè quello di innalzamento dell’autostima SI PAGANO IN ANTICIPO.

Si fa presente, inoltre, che:

1) “Arrivederci e grazie” non è da considerarsi una forma di pagamento;

2) Il servizio è prestato solo negli orari di ufficio (dal lunedì al venerdì ore 17-19, abbiate pazienza ma siamo sovraccarichi di lavoro);

3) A coloro che sono “sempre e solo vittima degli altri e/o delle circostanze” si applica tariffa doppia, salva l’ipotesi di un impegno scritto a circoscrivere il proprio ego ipertrofico nei limiti dell’umano;

4) Si applicano sconti a chi ammette di essere un cojone;

5) Qualsiasi forma di manifestazione ed esternazione di rabbia è ben accetta e  sicuramente preferibile al triste piagnisteo.

Ci scusiamo per gli eventuali disagi nella prestazione del servizio.

Grazie.

Annunci

57 risposte a “

  1. poetella

    lo sapevi che, fresca di nomina…lavoro da te, vero?
    stozziamo la paga…

  2. bakanek0

    La quarta postilla è a capestro: stai in una botte di ferro!

  3. manichine

    per il punto tre, pure tariffe tripla! così poi potranno lamentarsi che, vittime delle circostanze, hanno pagato di più… 😉

  4. marco

    Una domanda: ma se il punto 4 non fosse altro che una sottocategoria del punto 3?

    • Non ce provà Marco, che sto discorso è comune a tutto il “Gruppo Piagnoni” (facciamo anche terapia di gruppo approposito) e cioè: sono un cojone perchè mi sono sempre fatto fregare dagli altri. Rientra nel punto 3). E’ altra ammissione di cojonaggine quella richiesta.
      Ti ricordo infine che tu hai saldato solo gli arretrati e sei in ritardo con il pagamento della seconda rata.

  5. Per me lo sconto allora……accetti assegni postdatati?…….
    Marcello

  6. Ma non me li manda da me i cojoni….
    Ci ho messo mesi a fare un blog coglioni-free

    • Ciccio, i maschietti sono di mia competenza.
      A te tutte le femminelle e mi fermo qui che è meglio.
      Inoltre io fornisco un servizio. Tu ti limiti a farti slecchettare l’ego.
      (Te l’ho detto che ciò il veleno oggi?)

      • Si… Ma un ti lamentà anche te allora…
        (Te l’ho detto che io non abbasso la testa?)

        Ps. La buttiamo in rissa???

      • No io vojo esse pagata, è diverso.

        Daje un bel rissone!

      • Cicciooo, te che sei imprenditore: quanto mi devo far pagare al minuto per una terapia telefonica pesantissima? (Tipo come se stessi parlando al telefono con mia madre, per farti capire la pesantezza).

      • In considerazione degli elementi esposti ritengo che l’unità di misura , ovviamente arrotondata x difetto, piú consona alle tue richieste sia il GOOGLE, il numero più grande conosciuto (tariffa al minuto senza scatto alla risposta). Google é pari a 10 alla 100, 10 seguito da 100 zeri.
        Nell’universo é stimata una quantità di particelle pari a 10 alla 72, le combinazioni possibili negli scacchi sono 10 alla 64.
        Quindi ritengo Google possa rendere bene l’idea. Non ci stai stretta diciamo.

        Magari più che Euro, propongo il pagamento in Yen (¥) , così possiamo guadagnare anche con il differenziale dei tassi di cambio.
        Gli Yen te li cambio io se me li porti.
        Vestito da lottatore di Sumo.

        Sai che spettacolo

      • Tu sei un grande imprenditore. Non so il perchè e non ho capito un cazzo: questo ti rende grande.

        Tu vestito da lottatore di Sumo penso che sia il raggiungimento dell’apoteosi dell’eros.

      • Ti do il numero del mio direttore di banca.
        Ci parli te.
        Ma no del Sumo eh!?

  7. bakanek0

    Ammore, io ti tengo la contabilità: ti registro le fatture, ti faccio i giri di banche, ma per il recupero crediti lascio fare a te.Siamo sempre sotto scorta di sangue fresco.
    P.s.: Ciccio vestito da lottatore di Sumo… si richiede reperto fotografico.

  8. Stelle del firmamento, eccome! L’arabo mi ha creato non pochi problemi (non bastavano gli italici, grrr), non vi dico che giramenti. Pensate che si è preso la mia posta, non so quanta, e sapete cosa conteneva il mio archivio? Quali segreti? Uhhh… non chiedete nulla!!! E non insistete VI PREGO, non INSISTETE…Ah! Se questi muri potessero parlareee.
    E lei, Mia Tilla, vuole farsi pagare? E fa bene! Che io a quest’ora sarei ricca, me lo dicono sempre i giganti.
    Beata gioventù! Si faccia pagare, si faccia. Adorata Mia Baka, confido in te che sai far di conto, e contate pure su di me.
    p.s.: tramo, tramo e bramo.

  9. cavallogolooso ⋅

    eh si potevo pagà mica andavo al consultorio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...