Pubblicato il

C’è chi non ha più la forza di lottare per qualcosa e c’è chi non ha mai voglia di lottare per qualcosa.

Perchè, pur essendo aberrante l’idea di dover lottare per cose che dovrebbero essere naturali, questo è il mondo, questo è l’uomo.

E lottare significa anche cercare di dimostrare che l’uomo, talvolta, può anche non essere così.

 

Annunci

28 risposte a “

  1. Questo per me è un post complicato da commentare.
    Già alla fine del primo rigo io mentalmente ho aggiunto “e c’è chi non ha bisogno di lottare per qualcosa”.
    Ma subito dopo ho pensato che è necessario capire per cosa si lotta e cosa vuol dire lottare.
    E’ chiaro che avendo scritto tu il post la tua idea è chiara così come il riferimento specifico.
    Per me “lottare” è un atto che comunque può rientrare tra le “cose naturali” (penso agli animali in questo caso).
    Ma estendendo il significato aggiungo che si lotta quando si sceglie.
    Lottare è impegnarsi per superare un ostacolo, che sia fisico o morale poco importa, l’importante è scegliere di non subire passivamente (o subirsi!).
    Vabbè discorso lungo….bacio

    • “l’importante è scegliere di non subire passivamente (o subirsi!)”

      Ecco.

    • I motivi per cui alcune persone subiscono passivamente sono tanti. In alcuni casi comprendo, amo, sono solidale. In altri casi mi girano le palle, perchè il subire passivamente dei secondi casi si ripercuote sul subire passivamente dei primi.
      Lo so, non riesco ad essere chiara.

      • No no io ti capisco…
        anche perché non credo che non ci sia la consapevolezza dei secondi casi che il loro non agire sia dannoso per i primi casi.
        Trovo che mascherare con alibi di diversa natura un comportamento (omissivo, perchè a volte subire è omettere una reazione) per evitare una “responsabilità” attiva sia una vigliaccata.

      • Madonna come mi piaci Mita! Riesci a spiegarmi quando non mi trovo le parole. Esattamente ciò che intendevo. Perfetto. Mi hai compresa nell’incomprensibile e mi hai esplicata.
        Sai cosa mi fai venire in mente?
        In principio era il Verbo. Ecco, tu lo possiedi il Verbo.

      • ahahahah ahahhaha ahahhaha
        Che per caso vorresti anche qualche miracolo???
        ahahhahahah ahahahah

      • Guarda, se te ne avanza qualcuno, nel tempo libero… ma non per me, io sono a posto, m’arrangio. Se riuscissi a rendere l’essere umano un po’ più illuminato, alla Leibniz per fare un esempio.

      • Il vero problema è che nessuno crede più ai miracoli… se mi vestissi da mago zurlì sarei più credibile.
        Purtroppo l’uomo quando vuole essere illuminato non prega… scrive all’Acea!

      • Faresti il paio con me che da tempo vorrei vestirmi da mago otelma per predire il futuro con l’abito adatto.

        Le persone credono in ciò in cui vogliono credere ed è più facile lasciarsi imboccare restando immobili, cibandosi di ciò che viene propinato, invece di andare a cercare sapori diversi.

  2. bakanek0

    Lottare, non lottare, subire, non subire.
    Basta non scassare le palle al prossimo con le lamentele sulle difficoltà della vita.

    • Da cosa hai intuito che mi riferivo ad uno scassare le palle derivante da lagne, lamentele, piangersi addosso, frignare, far sempre la vittima?
      Son stata ben attenta a non farmelo scappare fuori. Cazzarola ammmore come mi conosci…
      Hai sentito lo snaricio sbuffante?

      • bakanek0

        Ammore, tu non sbotti, ammenoché non ti sfrancichino la minchia. Sbuff.

      • Sfrancicare la minchia va di moda sto periodo. La perenne lagna impera.

        Farei ricco il mio psichiatra cazzo. Io mi curo, vivo, voglio star bene, reagisco e non rompo li cojoni! Perchè gli altri non lo fanno? Se ciai il raffreddore te piji l’aspirina no?

      • bakanek0

        Quando mi parti con i punti interrogativi sei all’orlo dello sbarello strong, quello manesco.

      • AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!

        Oddio sò scoppiata a ridere come la Sora Lella.

        Me fanno venì l’orticaria, me prude tutto. Anche lì dove non batte il sole. Io un giorno organizzerò un megaraduno dei piagnoni, li porto a cena e me porto l’amico mio che sta fuori dalla Sma sul marciapiedi e che se taja dalle risate, sta sempre a fa battute co tutti e ti dice “Mejo ride che piagne, no?”.
        Qualche notte fa m’ha chiesto per l’ennesima volta se ci sposavamo e gli ho risposto che io non voglio padroni. Sai che m’ha detto? “Padroni? Maddeche’! Io non vojo fa un cazzo!” e rideva.

      • bakanek0

        Secondo te come si comporterebbero al megaraduno, tra di loro? Farebbero a gara a chi ce l’ha più grande? (la sfiga). Oppure fingerebbero sorrisoni a dire: “E’ stata la mia autoironia a portare le mie chiappe qui”. Oppure direbbero:” Io mi sono imbucato, credevo fosse un addio al celibato”. Oppure attaccherebbero un lagnone con te. Io li radunerei senza presentarmi, e lascerei il resoconto al tuo futuro sposo.
        Ogni tanto bisognerebbe proprio dire: “Darling, grow a pair!”

  3. marco

    E’ lo stesso che ho realizzato pure io ultimamente. E come può essere allora??

  4. cavallogolooso ⋅

    se uno avesse scelto di entrare in questa stanza, dovrebbe seguire le regole di questa stanza.
    altrimenti può anche dire che non le accetta, no?
    ha tutto il diritto di dire “non ho voglia” e non per questo sarebbe pigro, perché se la tua vita è una lasagna di vermi, non è normale e puoi decidere che non è quello il ristorante che avresti voluto, ti hanno fatto entrae e non c’è un’uscita: non sei il cuoco e sinceramente prima non eri, ti sei svegliato ed eri. Eri in quel posto e qualcuno a muso duro ti fa “questo è, se non ti sta bene è comunque questo”.
    E a me? L’ho chiesto io? Tientelo.

    E non ce l’ho certo con te.
    Non l’hai di certo inventato tu “la vita è così” ecc ecc.

    Perché non mi stantocherò mai di dire che per QUALCUNO la vita è così mentre per altri no. Quindi non è un valore assoluto.

    E se me ne stavo zitto non era meglio? :-S

    • Ciccetto, sarà l’ora presta, ma ho dovuto rileggere un paio di volte: avevo capito un cazzo di quello che hai scritto.

      Guarda che non stai dicendo cose tanto diverse dalle mie: il diritto di dire “non ho voglia” nel tuo senso, significa, per l’appunto, non accettare. “Tienitelo” è non accettare. Io mi incazzo con chi dice “la vita è così”, fa spallucce, si lamenta sempre, ma in fondo, tutto sommato, gli va bene. Gli va bene che sia così, si appoggia tutto sugli altri e scassa pure la minchia.

      Poi te te curi e io stimo sempre chi si cura. Curarsi significa voler stare bene, aver bisogno di stare bene per sé e per gli altri.

      No non stare zitto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...