Pubblicato il

Rosa marcet oriens

Perchè fermarsi anzitempo nella sfrenata dinamica degli strali emotivi che mi incedono possenti tra la carne e il respiro?

Perchè consentirsi un soffocamento ingoiato di parole e mani immobili a mezz’aria, congelate in un tempo già finito, tra la brina dei sostantivi incastrati tra i denti e le labbra corrose da un bacio mai schiuso?

Conservo la morte sulla punta della dita. E’ qui a sfiorarmi a ogni istante per ogni battito delle palpebre. Potrei sbriciolarla, polverizzarla, lasciarla scivolare. Come sale spargerla sulle ferite. Oppure soffiarla tutt’attorno a farmi sapida l’aria.

Mi basta guardarmi le dita per ogni risposta ad ogni domanda e imprimermi un polpastrello sulla fronte tra gli occhi.

Ho il caduco intrecciato tra i capelli e il profumo dei fiori nel momento in cui – in quell’esatto istante in cui – trapassano dalla freschezza al ricordo.

Mi serbo ogni giorno un nuovo segreto da svelarmi sul cadere delle luci e farmi grande il respiro, farmi ardente la febbre, farmi umidi gli occhi.

Sto sulle punte lungo il confine tra il sacro e il vacuo a rammendarmi nuovi attimi.

Non ho paura dei sapori dolci e mi pregio di amare l’amaro.

Sono la mia nuova strada senza paura, la mia  scintilla, sono la mia nota perfetta, sono la mia sorgente perenne, sono il mio giorno nascente, sono l’incipit della mia storia, sono il mio tempo.

Io sono il mio tempo.

Ovunque io debba poggiare i miei piedi per camminare, qualsiasi cosa debbano calpestare per andare avanti, che siano petali o cadaveri, non fermerò il mio passo.

A Marco.

Annunci

58 risposte a “Rosa marcet oriens

  1. poetella

    lo vojo pur’io un post dedicato cosìììììììììììììììììììììììììììì!
    Lo V O J O O O O O O O O O O O O !!!!!!!!!!!!!

  2. Raul Bucciarelli ⋅

    L’ha ribloggato su daisuzoku.

  3. harahel13

    bello questo post, fortunati sti uomini che ricevono questa dediche personalizzate.

  4. …guarda senza remore che cosa eri quando nascevi, come sei adesso, cosa sarai!
    :*

  5. TADS

    Buongiorno esimia mia futura moglie a tempo determinato,
    vengo sul tuo blog e scopro, con immenso piacere,
    il tuo essere in gran spolvero concettuale,
    la sensibilità è un linguaggio, una ammissione… un confessionale!!!

    TADS

    • TADS, futuro consorte con condizioni, mi stupisce piacevolmente il suo apprezzamento.
      Oh sì, la sensibilità è un linguaggio e un confessionale. Ma senza necessità di assoluzione.

      “Ero destinato alla sensibilità”.

  6. Topper

    Complimenti. Vorrei essere capace di comporre una frase solo lontanamente vicina alla prima di questo post…

    • Mavalà! E’ solo un insieme di parole.
      A me piacerebbe essere capace di scrivere la Passacaglia di Bach 😀

      Chiudi gli occhi, guardati i colori e le immagini e poi scrivi. Sarà ancora più bella.

      • Topper

        Dico la verità, anche se poi saperla scrivere non vuol dire scriverla. Ecco, io non so nemmeno cos’è la Passacaglia ma tu fa finta che non ti ho detto niente.

  7. Ho radunato tutti gli dei dell’Olimpo per gustarci questo tuo post Tilla-Bathory. Ed il tripudio seguente alla fine della lettura te lo lascio solo immaginare.

    • Mio Sire, leva il calice assieme alla tua sanguinaria e devota consorte.
      Ti spiacerebbe se al mio ingresso nella cattedrale, di nero velata, l’organo suonasse questa passacaglia? Lo apprezzerei tanto…
      O al limite il Lacrimosa dal Requiem di Mozart o il Dies Irae da quello di Verdi.
      In cambio, come dono di nozze, scegli una testa: te la servirò come conviensi su prezioso vassoio.

      • Cara mia, ogni tuo desiderio è un ordine per me. Vuoi l’organo standard o quello d’osso? Posso sacrificare persone a caso per crearti una sinfonia che sia epica ed oscura nello stesso tempo. Cosa ne pensi? Se no sarà mia premura andare a prendere un vecchio organo e far si che suoni quel che tu voglia!

        Penserò alla testa mozzata. Tu sai come far felice un dio.

      • Io di standard non voglio nulla, per questo ho scelto te.
        Magari lo si potrebbe far strano con un Hammond con il Leslie.

        Oh sì, Sire, potresti dirlo tuonando: so far felice un dio.

      • Tilla. Penso che sei la prima persona in assoluto in questo anno di WP che ha detto.. Hammond + Leslie!!!! Io ti adoro. Una band che ha l’Hammond + Leslie avrà sempre il mio voto (vedi il suono acidissimo dei Deep Purple).

        Sanguinaria Tilla, Sposa Tenebrosa, tu hai fatto felice questo non umile Zeus

  8. firesidechats21 ⋅

    Sono un figliUolo orgoglioso della propria madre adottiva.

    • FigliUolo, madre è orgogliosa di te. Ti lascerò un impero alla mia dipartita e poi puoi andare in vacanza quando vuoi sull’Olimpo, magari si chiede a Zeus di evitare fulmini e saette durante il tuo soggiorno.

  9. giacani

    La lacrimosa dal Requiem? Il Dies Irae da Verdi? Ma allora, tragico per tragico, perché no, un bel Gianni Togni d’annata? 🙂 🙂 🙂 🙂

  10. L’ha ribloggato su Da sempre vibra dentro Amoree ha commentato:
    come l’Amore…..

  11. rideafa.

    l’ho letto tre vòlte.
    e credo che avrò bisogno di altre letture.

    è molto intrecciato. appena penso di averne afferrato il senso, inciampo.
    non che debba capirlo, per forza èh.

    ma mi sa che io sono particolarmente lenta.

  12. Erre

    Mi inchino a tanta bellezza. Fortunato Marco…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...