Pubblicato il

Facebleah

Mi son trovata costretta, dietro pressanti insistenze per rotture di palle di altro genere, a creare un “cazzo di coso” su facebleah, che notoriamente detesto.

Con stretto anonimato, cambiandomi pure il cognome dello pseudonimo. E già a questo punto avevo le balle sfrante.

Considerato che gli unici esseri viventi che non mi sfracassano da mane a sera son tutti racchiusi in questo angolo di rete, intanto metto qui l’indirizzo del “coso”, prima di utilizzarlo per rotture d’altro tipo.

Vediamo quanto resisto stavolta…

https://www.facebook.com/tilla.neri

 

Annunci

100 risposte a “Facebleah

  1. aimè non ho face e non ho intenzione piu’ di averlo…..
    mi piace troppo qui……
    un bacione tilla……

    marcello

  2. diamanta

    Io c’è l’ho e ti addo, poi se ti sfracelli, ti cureremo 😛

  3. poetella

    te c’ho mannato un messaggio…
    vedi ‘n po’ sete piace…

  4. Topper

    Io lo uso come costola del blog. Quindi accetterai le richieste di amicizia…

  5. rodixidor

    Dopo questo annuncio, perchè mai dovremmo andarci ? Ci piace leggerti in questo angolo esclusivo e meno fracassone 🙂

  6. Ci sto pure io, Diabolica Tilla.
    C’è tutto farlocco in quel sito, tranne tre cose: una foto, un luogo, io.

  7. harahel13

    Tilla su facebleah: si accettano scommesse su quanto riuscirà a resistere! (dai che ce la puoi fare!) 🙂

  8. Franco

    Su quel cazzo di coso ci ero andato per leggere quello che scriveva l’ Ando Gilardi sul blog di fotocrazia.
    Ora che l’Ando non è più, ne sono uscito.
    Mi sta troppo sui marroni.

  9. Ho visto che è un profilo personale e non una pagina fb… devo procurarmi mascherina e tulle prima di chiederti l’amicizia, cambiare nome, crearmi un indirizzo email e iscrivermi con un nuovo account…. ma per amore io sono disposta a tutto! 😉

  10. 21

    Ricordo ancora quando mi sono fatto Facebook. Ero un detrattore convinto, finché non ho ceduto per colpa di una donna nel 2008. Ci mandammo a cagare al terzo appuntamento ma era troppo tardi, ero dentro il sistema.

    (tra l’altro, credo che proprio lei, colei che mi ha convinto a iscrivermi dopo avermi raccontato i vantaggi di essere su facebook, si sia disiscritta. Sorte stronza.)

    • Dal 2008 eh? Quindi ti piace essere dentro un sistema?

      • 21

        Ormai ci resto per abitudine, peró applico il metodo di De Moivre per disiscrivermi. Ho notato che il mio numero di amicizie su facebook non cresce, ma diminuisce. I piú rompicoglioni, le persone con cui non condivido niente o con cui non scambio nemmeno una battuta, e in generale le persone che non reputo degne di stima vengono rimosse trimestralmente. Adesso ho 226 amici e a fine marzo ci sará l’ennesima epurazione. Prevedo fra qualche anno l’addio a Facebook.

      • Ti pongo una domanda, ma senza polemica, proprio per capire: se non condividi nulla o non stimi, perchè ce li hai tra gli amici?

      • 21

        Figurati: diciamo che ho accettato la richiesta di amicizia in virtú di ricordi o di momenti passati insieme, tipo il compagno di banco, l’amico di classe, il figlio del salumiere ecc. Diciamo gli stessi motivi per cui saluteresti qualcuno per strada oppure offriresti un caffé cominciando con un “wee ciao, come stai?”. La differenza é che in questo caso concreto prima o poi la condivisione finisce, mentre su facebook resta a tempo indeterminato. E ti diró: certa gente su facebook la conosci meglio, nel senso che offre la possibilitá di capire a vista quanto certe persone siano… superficiali, va’.

  11. giacani

    Che ve devo dì? Fa tanto fico dì che fa schifo, bleah, cacca, puzza, ma a me piace, ci sto dal 2008, ho ritrovato gente che non vedevo da trent’anni e debbo dire è stato proprio divertente. So strano io? Tra l’altro per me è il blog che è una costola di FB, quindi se non stavo lì, forse non sarei arrivato qui. Detto questo mo vado dellà e te chiedo de diventa’ amichi! 🙂

  12. marco

    Mai e poi mai riaprirò Facebook!
    Però la tua foto lo rende più bello

    • Ah ci sei venuto a spiarmi eh…
      Uhm, non riapri facebleah? Uhm quindi non leggerai mai quello che scrivo su facebleah, quali contatti ho, ecc. ecc.?
      Molto interessante…

      • marco

        Monella, magari mi iscrivo con un account e un nome fittizio e ti leggo in questo modo : )
        Ma non fa per me fare così, più che altro è faticoso avere un’altra identità quando già se ne ha una a malapena!
        Almeno identità condivisa virtualmente. Altre forme di identità e di corporeità, di aisthesis per intenderci, sono possibili invece

      • Sempre sta mania di complicare pure le cose semplici.

        Ho trovato un’interpretazione di Tzigane di Ravel che mi sta facendo impazzire.

  13. anche io sto per cedere a codesta malsana tentazione!!!!! vedo prima come va a te ! ahahahah 😉

  14. Bia

    Come vedi, io in prima linea a chiederti l’amicizia!

  15. cavallogolooso ⋅

    io pure l’ho usato per il blog … poi per un periodo mi ci sono tuffato. Se interessa, sta li … ma … siamo qui ; meglio no?

  16. Gintoki

    Devo addarti (come dicono i ggiovani. Che poi in realtà manco i ggiovani che conosco lo dicono, quindi chi è l’ha detto?), ma prima devo anche io farmi un altro profilo anonimo e mettere la maschera

  17. momix

    hihihi
    come sei controco(e)rente!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...