Pubblicato il

Ho tanto desiderio di uno di quei bei post-diarietto.

Appena narrativo, falsamente post-moderno, tendenzialmente neorealista, intrinsecamente personale, profondamente palloso, decisamente poco stimolante, suscettibile di commenti scarni e interesse assente.

Uno di quei resoconti quotidiani di cui non fotte un cazzo a nessuno, tranne, spesso, a me, che sono curiosa come un rospo di primavera sui campi infestati dalle pratoline su cui gorgheggiano estatici bruchi e lumache, striscianti e bavosi sulla rugiada mattutina.

E dunque.

I pesci li ho moltiplicati; mi sono occupata del fico; quando ho detto: <Alzati!>, quello s’è alzato.

Che mi manca?

Domani cammino sulle acque e, se mi arriva la delega entro la settimana, tiro giù pure l’Apocalisse. Così ci togliamo il pensiero.

Buon lunedì.

Annunci

43 risposte a “

  1. poetella

    aspetta mercoledì pe’ tira’ giù l’Apocalisse…che …martedì
    c’ho da faaaaaaaaaaaaa’.

  2. Prenoto due, anzi tre biglietti per l’apocalisse.
    Possibilmente centrali e in prima fila.
    Non importa il prezzo, adoriamo questo genere di spettacolo.

    • Lo sapevo VetrA che avresti apprezzato!
      Anzi, se hai qualche consiglio in merito… Vorrei fare un buon lavoro, non una di quelle cose su cui poi bisogna tornarci su più volte. Una bella versione definitiva.

      • Ummhhhh, bisogna prima sgrossare, direi.
        In questo preciso momento sono nel parcheggio di un grande supermercato e sta passando una fica di legno che se la tira come unamissitalia. La guardo bene, avrà più cinquanta che quarant’anni. Ecco, spianerei per prima le fiche di legno.
        Poi passerei agli stronzi in generale.
        Macchine femmine.
        Come?
        Semplice, scegli un’arma.
        Si va in giro a GIUSTIZIARE.
        Tipo ghost rider, eh?
        Due strafiche, però.
        Io prendo uno spadone a due mani, sai com’è ho un retaggio fantasy, e vengo a dorso di drago.
        Tu, ammmmore?
        Se mi permetti, ti vedrei bene con un Morning Star, biga di metallo, e tiro doppio di stalloni neri.
        Eh?
        Può andare?

      • Uhhh, ho scritto macchine al posto di maschi.
        Cioè.
        Aipad ha fatto casino, mica io.
        Quasi quasi spiano anche lui.

      • CAZZAROLA VETRA!
        Così istighi la mass murder che è in me! Mi viene l’occhietto folle.
        Io avrei una passione per i fucili d’assalto e nonostante il buon vecchio AK sia tanto caro e affidabile, il mio preferito è il buon vecchio M16. Se non ti spiace opterei per quello.

        Fighe di legno e cuori di stagno: tutti via!

        Minchia VetrA, mi sei una complice fighissima.

  3. Quanta carne sul fuoco.
    Spero domenica potrai riposarti.
    Il mondo va fatto in 6 giorni.
    Buon lunedì.

  4. diamanta

    per camminare sulle acque scarpe ti consiglio un paio di Jimmy Choo

  5. Ti ho spedito per per posta il mio diario segreto di Hello Kitty, in busta separata troverai anche la piccola chiave che apre il micro lucchetto…se la delega non ti arriva almeno ti trastullerai che le mie quotidianità pallose! Occhio all’umidità quanso cammini!
    Bacio grande :*

  6. Il fatto che mi ritrovo le mani bucate, ci rende più o meno simili?

  7. rodixidor

    Cioè un post come questo che hai scritto ? 😉

  8. bakanek0

    divinamente arcignetta, mio grandissimo ammore

    “All damaged people are dangerous. Survival makes them so.’ ‘Why?’ ‘Because they have no pity. They know what others can survive, as they did.”

    • Lo sapevo che mi avresti messo il timbrino a zampina, ignoravo solo il colore che avresti scelto per lasciare l’impronta.

      Mi sento la distruzione inespressa. Dovrò rimediare in qualche modo.

      • bakanek0

        Rustin Cohle: People out here, it’s like they don’t even know the outside world exists. Might as well be living on the fucking Moon.
        Martin Hart: There’s all kinds of ghettos in the world.
        Rustin Cohle: It’s all one ghetto man, giant gutter in outer space.

    • Tu lo fai per farmi male, vero?
      Io cerco di dimenticarlo, di persuadermi dell’inesistenza, di rammentare (e rammendare) il tristo quotidiano e tu mi riporti le immagini di colui che è.

      Ciò gli sprazzi di certe scene, a flash, che porcoqua e porcolà!

  9. Hydor Tesla ⋅

    io mi farei offrire prima la cena, anche quello prima di te l’ha fatto.
    poi dopo calci in culo a tutti

    • Mi tocca tirar fuori il servizio di Graal e dare disposizioni alla servitù.
      Son curiosa di sapere chi mi sarà seduto accanto.

      • Hydor Tesla ⋅

        fai prima a chiamare un servizio catering, che tra Graal e servitù ci so troppi pensieri da organizzare. io però mi preoccuperei di più di chi non brinda con te, c’è sempre quello che mette l’acqua al posto del vino. io mi preoccuperei di loro, sobri per scelta, in una tavolata di ubriaconi.

  10. rideafa.

    ontologicamente criptico.

  11. harahel13

    Se devi fare qualche miracolo trasforma l’acqua in vino a lascia stare il pane e i pesci. Grazie!

  12. marco

    Ma come fai a rendere così profumate anche frasi dalla puzzolente origine teologica? (per la quale mi è venuto istintivamente da dirti: “andiamo a rovesciare le tavole dei farisei!” se non sapessi che tutto ciò è inutile se non mero esercizio di stile)
    Sul danno sapevo quella dei Bluvertigo: chi ha subito un danno è pericoloso, sopporta tutto.
    Louis Malle… ho scaricato qualcosina di suo, ma sempre film vecchi, al solito. E’ bello sapere che nel momento in cui sei in un punto sei sempre costantemente superato dal nuovo (anzi, leggo che è di un libro in primo luogo la citazione)..
    Avresti dovuto farmelo prima quel discorso sul postmoderno, è come se mi fossi illuminato!
    Ma questo te l’ho già detto e le parole fanno il loro corso. lo spirito, la lettera, le parole e tutto il resto, e sti cazzi e palle quadre ci aggiungerei.
    E’ un piacere bello leggerti.

    • Tutto si può riciclare, anche le origini stantie, tanto ben radicate in certe anti-culture.
      Io non capisco perchè ti illumini con certi discorsi, mentre altri, che sarebbero ben più importanti per te, rimangono sedimentati nel nulla astrale. Sticazzi del postmoderno. Sticazzi.
      Vadovà. due palle oggi.

      • marco

        Ma tu non fai raccolta differenziata! (neanche io)
        Diffido degli ambientalisti animalisti, però ho messo in ordine la stanza.
        Buon Martedì, che tutto può ri iniziare in qualunque momento se si vuole

  13. Topper

    Ti chiamerò Geseux allora.

  14. EnZo

    Se il proposito era quello di non far capire una cippa…

  15. misterk3 ⋅

    Bel post, complimenti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...