Pubblicato il

Giramento di palle in pomeriggio afosetto di metà primavera con il mascara colato

<Ah io voglio fare la regista è sempre stato il sogno della mia vita!> <Anche io, ma le cose me le scrivo da solo, non voglio sceneggiatori stupidi.> <Hai visto l’ultimo video su youtube di ****?> <Bello, bello. Adesso me la giro anche io una cosetta con l’Iphone però e vi faccio vedere!>

Tilla: <Ragazzi sto pensando di chiedere un’intercessione a ******* per far venire Ghezzi per un incontro, chissà se ci riesco…>

Silenzio.

<Scusa chi?>

Tilla: <Ghezzi, Enrico Ghezzi.>

<E chi è?>

Tilla: <Ma come chi è? Fuori Orario… Blob…>

Silenzio.

<Mai sentito.> <Nemmeno io, che è una serie tv?> <Boh!>

Annunci

59 risposte a “Giramento di palle in pomeriggio afosetto di metà primavera con il mascara colato

  1. Eh si. Esistono anche loro. I Ghezzignoranti.

    • Ah ignorassero solo Ghezzi… non hanno mai sentito nominare o sentito forse una volta ma senza vederli la maggior parte dei film. Ma mica quelli del regista bulgaro-polacco uscito al festival di Zagarolo, film della Hollywood più nota. E io non capisco per quale motivo vogliano fare cinema. Non ne ho idea.

  2. Tilla O Tilla… io ti rispondo solo con questo stavolta.

    • Zeus… dilla tutta, confessa: te sei andato a cercà su wikipedia chi è sto Ghezzi, vè?

      • *movimento di labbra non accompagnato dal suono*

        Mia Regina, per questa volta devo tradirti.. no, non sono andato a cercare! Caso unico, sia chiaro. Ma Ghezzi era nel mio range conoscitivo

        *altro movimento non accompagnato da suono*

      • *movimento di labbra non accompagnato dal suono*

        AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!

        Come potrei non amarti? Per quello e per “per questa volta devo tradirti”: come menti tu, nessuno mai (a parte me).

      • Io non mento… che sia messo agli atti Vostro Onore.
        Le voci circolano veloci!

        Il fatto è che tu mi immagini con lo sguardo bieco e nell’atto di strofinarmi le mani, mentre io, possente qual sono, dico queste parole con sicumera e mento alzato. Vagamente scolpito. Abbastanza barbato (neologismi).

      • No guarda, mio Sire, a onor del vero io ti immagino in tutt’altre modalità e in altri atti, ma non mi pare il caso di esternarli troppo.

        Quindi sostieni di credere davvero in quel che dici? Và che a me puoi dire la verità…

      • No no, lasciamo stare Mia Regina. Che ci sono occhi indiscreti ed orecchie maligne…

        A te posso dire la verità? Allora *cough cough* direi di passare la conversazione in privato eheheheheheh

  3. poetella

    TEMPI OSCURI…
    mala tempora…
    cazzo!

    • Lascia perde poetella… ciò l’acido che me torna su. Perchè giovani che invece hanno talento o potenzialità ne ho conosciuti, ma non hanno i mezzi, le possibilità economiche o le conoscenze.
      No no, questo non rende bene l’idea, mo qualche altro postarello lo devo scrive che me devo sfogà.

  4. Hydor Tesla ⋅

    grande Ghezzi! che testa poi. comunque il web contorce le menti. ed alcune perone, fanno lo stesso effetto sh altro.

    • Hydor Tesla ⋅

      p.s. comunque “è una serie TV” smausnYsmausnsYsnUsj fa morì troppo amUsamusanau

      • Sì, dopo mi hanno chiesto se era quello che aveva fatto una serie tv dal titolo ciancicato che non ho nemmeno capito di che cazzo stessero parlando perchè manco l’italiano orale sono capaci a pronunciare correttamente.

        Qualche giorno fa la Principessa De’ Stocazzo chiedeva delucidazioni in merito a Boris e non riusciva a dire correttamente “Pannofino” perchè non lo aveva mai sentito nominare. Je veniva sto “Pannino….Paffino….come hai detto che si chiama?”.

      • Hydor Tesla ⋅

        gente che merita di essere bruciata con l’acquaragia. manco i due euro della benzina valgono.
        per poi non parlare di monarchia, principi e principini. ma se pò nel 2014 sentore ancora parlare de sta roba?
        iiià!!!

  5. Ti sorprendi di essere un’incompresa? Tilla Tilla Tilla…
    Ti bacio :*

  6. rodixidor

    Mascara colato nooooo 😦

  7. Gintoki

    Almeno uno che facesse la battuta “Chi, Dori Ghezzi?”.

  8. giacani

    Cioè, volete dirmi che non avete mai assaggiato la Sacher Torte? Va be’, continuiamo così. Facciamoci del male

  9. Notte, strana e geniale Tilla.

    • Mi hai dato la buonanotte che io dovevo ancora cenare…

      • Pensavo, vista l’età.
        Giorno, Tilla. Oggi il sole è superbo.

      • VISTA L’ETA’????

        Guarda che il sole superbo te lo tiro in testa eh!

      • Creatura.
        Sono bizzarre le risposte che dipendono dai sistemi convenzionali.
        Perché non pensare che quel “vista l’età” possa riferirsi a me?
        Magari sono così giovane da subire il coprifuoco. Oppure, così inattuale e tardo da avere l’esigenza di abbracciare in fretta un letto.
        Figuriamoci.
        Tu per me non hai età, perché sei interessante per ciò che sei e per quanto scrivi. E per come lo scrivi. E per quando, soprattutto, lo scrivi (ecco, mi sento alla cattedra di pragmatica comunicativa).
        Bacio, scorpione.

  10. rideafa.

    chè poi ha un certo fascino non trovi, tilla?

    con quell aria un pò sticazzista, bellino che è.

    Tilla perdona moi ma che incontro che io he io sarei interessata

    • Guarda, io qui lo dico e qui lo nego, ma anni fa, quando era più giovane, con quella barbettina chiarissima un po’ ispida, mi faceva un sesso…
      L’incontro sarebbe privato a uso e consumo di studenti, avevano pure parlato di aprire gli incontri e blablabla, ma non avevano poi deciso. Sta di fatto che a me è venuto in mente Ghezzi. Siccome Monicelli ce lo siamo giocato per poco (lo so, detto così fa brutto da morire) che non s’è fatto in tempo a farlo venire, io consigliavo di giocare tutte le carte finchè uno ce le ha in mano.
      Solo che a uso e consumo de sti cojoni è un vero peccato mortale.

  11. mk369

    non so perche’ ma ci godo.
    pero’ dai che palle ghezzi,,l’uomo con l’audio fuori sincrono.
    tipo che ti chiede se ti e’ piaciuto a letto ma si sta riferendo al pranzo di due giorni prima.
    io sinceramente non vedevo l’ora che finisse di parlare (fuori sincrono) cosi’ che poi potevo ascoltarmi BECAUSEE THE NIGHT.
    e poi vedere se il film che veniva dopo era (da me) fruibile o meno.

    • Dai non cagare il cazzo, che senza Ghezzi col ciufolo che per anni si sarebbero potuti vedere film del Kazakistan del 1929 in lingua originale con inquadrature statiche come la morte.

      • mk369

        oddio gia’ mi ero messo il casco, non ce n’era cosi’ bisogno alla fine.
        la morte meno statica me la immagino cmq.
        e all’epoca lo amavo, anche se non vedevo l’ora che smettesse di parlare.
        in quel film ricordo anche un capra che parlava blaterando cose strane, ma mi sa che era una puntata dei simpsons.

      • Ah! Mi hai fatto venire in mente tutta una cosa che voglio scrivere sul cinema, ma molto seriosa, quindi me la scrivo su uno degli altri blog.
        Caghi il cazzo, ma ispiri.

  12. Erre

    Quanto sei figa in versione cool-movie, molto new york, molto! Ma la parte alternativa, quella indipendente…

    Ripeto, cool, molto cool.

  13. diamanta

    Per un attimo ho visto l’inizio di “Victor Vittoria” della La7, tu a capo tavola come la Cabello con la redazione intorno…. poi ho visto la tua faccia al “Ghezzi chi?” 😉

    (confesso che ho amato alla follia blog, ma quando Ghezzi faceva i mologhi interminabili senza dire niente ho rischiato la follia)

  14. bakanek0

    Che Ghezzi ti facesse sesso è un’informazione che faticherò ad elaborare.
    Quasi come non avere whatsapp sul telefono nuovo.

    • Sì, in effetti con un bergamasco trasferito a Genova è davvero dura. E’ che ho sempre sognato di parlare fuori sync nella realtà, almeno così la gente non capirebbe un cazzo comunque, ma se ne farebbe una ragione senza cagarmi il cazzo ulteriormente.

      • bakanek0

        Sìsìsì, a volte non essere capiti diventa un punto d’onore.
        Una specie di conferma dell’essere fuori sincrono volutamente o per meravigliosa diversità, come il Ghezzi.

      • Forse se cominciassi a fare supercazzole a tutto spiano la mia vita sarebbe più serena.

        E comunque tanti idioti tutti messi insieme era dai tempi in cui frequentavo il tribunale che non li incontravo.

  15. liù ⋅

    Tu per loro sei troppo avanti Tilla!! 😉
    Mica sono le uniche sai !?
    un abbraccio
    liù

  16. Topper

    Ma tu com’è ti sei ritrovata là in mezzo? Quanti ne hai uccisi poi?

  17. Eh, ma loro sono ARTISTI! Mica serve imparare se sei ispirato. Come quelli che si vantano di scrivere senza aver mai letto un libro. O gli aspiranti architetti che non dico debbano comprendere che un minimo di matematica devono saperla, ma che almeno abbiano idea di chi sia Giò Ponti…
    Uh, quanto mi potrei sfogare anch’io. Magari lo farò.
    Ps – ma scrivi su blog di cinema dove, dove? E’ un mondo che ho sfiorato tanto tempo fa (tra l’altro sapevo chi fosse Ghezzi ^_^), prendendo poi strade decisamente diverse. Però è rimasto l’amore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...