Pubblicato il

Credo che, dopo “sticazzi”, l’altra espressione che più spesso mi viene alla mente è “chitteseincula”.
Spesso anche una di seguito all’altra.

Annunci

65 risposte a “

  1. La tilla di sempre.
    Bentornata.

  2. Erre

    Comunque sticazzichitteseincula!

  3. Hydor Tesla ⋅

    UAHSDhuUHUHDDUhADUHADuhADUHADuAHDUDHAUhADUHADUAHDUAHUSDHASUDhAUDHADUhASUDHAduAHUAdhAUDHUDhAUDHAUDAUDHDuAHDASUHDAUDhAUDHAUDhAUDHAUDhUDHAUDhAUDd

  4. giacani

    Ma anche “mavattelapiànderculo” a volte ha un suo perché

    • Eh ma non è stato male. A parte la metà del pomeriggio trascorsa a preparare la documentazione per la commercialista.

      • Hai tutta la mia comprensione e solidarietà per la prova che hai superato (documentazione + commercialista mi provocano panico al solo sentirli nominare).
        Ad ogni modo mi dai conferma sull’uso erroneo di “sticazzi” che da taluni viene proferito come espressione di sommo stupore, mentre invece è assimilabile al ben chiaro “chitteseincula”.

      • Per la precisione significa: “non me ne frega un cazzo”.

      • Tempo fa sentii un ragazzo ammerricano usare un’espressione altrettanto calzante, immagino tradotta dal suo slang: “mi cadi su un coglione e mi rimbalzi sull’altro”. Ogni tanto la uso anch’io.

      • Ooohhh! Molto efficace!

        Mi ricorda un’espression che si usa qui a Roma: “M’arimbarzi” (mi rimbalzi).
        E cioè: qualsiasi cosa tu dica o faccia non mi produce alcun effetto e tantomeno interesse.
        Ho notato che a Roma tendiamo molto alla sintesi.

      • Sintesi altamente apprezzabile. Soprattutto nel caso in esame, a sottolineare che l’interlocutore non è degno neppure di un’intera frase.

  5. nevermartyland ⋅

    Alcune volte, un grandissimo, sonoro CHITTESEINCULA risolve ( anche solo momentaneamente) ogni problema

  6. liù ⋅

    Due splendide espressioni che in questo preciso istante avrei da dire a tante personcine!
    Un bacio Tilly♥

  7. Della prima ricordo una abbreviazione tremenda che andava tanto di moda a fine anni novanta/inizio duemila: stica. Ammetto di averla usata anch’io, qualche volta, ma avevo 14 anni, capiscimi. 😀

  8. In romano mi viene male…. ma la mia espressione equivalente nell’apoteosi dello sfanculamento è:
    tu sí nuddu ‘mbischiatu cù nenti.
    E per gli esterni al Regno la traduzione è:
    tu sei nessuno mischiato con il niente.

    Bacio Tilla ♥

    • E’ che voi, lì, avete tutta una coloritura che attribuisce densità e spessore. Avete la tragedia greca nel sangue.
      Il padre del mio migliore amico, per palesare un’emozione negativa riferita a qualcosa che gli è capitato, magari anche solo perchè gli è cascata la bruschetta dal lato del pomodoro, dice sempre: “Focu! Focu randi che me ‘mbattiu!”.

  9. bakanek0

    La mancanza di punti esclamativi dona alla riflessione quel tocco di serenità, di accettazione, di misurata certezza.
    Full stop.

  10. fabmilia

    io sono rimasta al poco apprezzato: acciderbolina! :\

  11. marco

    La seconda è più intersoggettiva.al nord non usano espressioni così sintetiche.”l’importante è stare bene! L’importante è la salute”

  12. A volte, Regina, mi perdo i tuoi post Ungarettiani e mi si stringe il cuore (e non solo). Hanno quella magnifica potenza che solo te puoi donare a parole che, in bocca ad esponenti meno nobili, suonerebbero come noiosi. Te, Regina del Tuca Tuca, hai quella grazia e quel candore che riescono dove un un vaffanculo vecchio stile non arriva… ed arriva il sempre fulgido “sticazzi” ed il grande punto esclamativo finale del “chitteseincula”.

    Vado e ritornerò.

    • Avendo notato che i miei post ungarettiani ti sono stati fonte di ulteriori pensieri, scritti e decisioni, non posso che augurarmi che tu te ne possa arricchire sino in fondo e giungere ad una capacità di discernimento che ho sempre sperato appartenere alle menti illuminate.
      Ciò nonostante, poichè chi visse sperando, morì disperato, per mantenermi in quell’aurea mediocritas che, solo in parte, si rivela salvifica oltre che perno di stadera nelle valutazioni più eque, resto in posizione di mera osservatrice.
      Pressocchè immobile.

  13. Ascolto maxwell – a dir la verità è in loop già da un po’- e nel frattempo non so perché io sia capitato nuovamente qui.
    Scorro la formula ‘sticazzi’ con le adesioni vivissime et numerose, e mi chiedo perché questo brano abbia il potere così violento di mischiare righe e parole. Abbia la capacità di far sostare gli occhi su questa tilla che ha il vestito di Francia rivolurzionaria. Il profumo duro ed umido della terra dopo la pioggia.
    Perché poi su questo blog?
    Saranno le canne, sarà jung o questo cazzo di treno che non arriva mai.
    Maxwell – Til The Cops Come Knockin’

  14. TADS

    la prima parola è la risposta giusta alla seconda.:mrgreen:

    TADS

    • Mr. TADS mi coglie nell’essenza. E’ un uroboro di scarna applicazione. Ho grande stima per chiunque sia capace di perseguire con serenità la reciproca ignoranza.
      Spesso, tuttavia, c’è un tediosissimo accanimento terapeutico nelle relazioni.
      Io sono totalmente a favore dell’eutanasia.

  15. dorotea

    Il link è effettivamente corretto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...